Biografia


 

 

1) – GLI INIZI

Ciao, mi chiamo Roberto Caporali e sono un cantante, musicista ed autore italiano che attualmente vive e lavora a Praga (Repubblica Ceca). Sono nato il 22 Ottobre del 1973 a Foggia, ma sono cresciuto fin da piccolo nella città di Torino dove mi sono diplomato presso la Scuola Civica Di Musica  nell’anno 1992. Il mio amore incondizionato per la musica però era nato molto tempo prima di questi studi… Mi ricordo ancora quando mio nonno, anche lui cantante, mi regalò una piccola chitarra classica per il mio 9° compleanno. Non avrei mai immaginato che da quel momento la musica avrebbe cominciato a cambiare e a condizionare anche drasticamente tutta la mia vita. Cantare, suonare la chitarra e comporre canzoni erano e sono per me una specie di esigenza insieme fisica e spirituale, uno sfogo per il corpo e una medicina per l’anima prima ancora di essere la base della mia professione lavorativa. Avevo circa vent’anni quando, insieme ad altri tre musicisti, formai una piccola band musicale chiamata Cuba Libre che poi si esibì, per almeno 5 anni a ritmi intensi, in molti prestigiosi teatri, locali e festivals del Nord Italia. La band proponeva una specie di pop sperimentale dove non erano rare le contaminazioni da altri generi musicali e l’uso di sonorità etniche. Il nostro repertorio comprendeva un gran numero di “covers” italiane e internazionali reinterpretate a nostro gusto ma c’erano “in scaletta” anche svariati brani di nostra composizione dei quali eravamo logicamente molto orgogliosi. Intorno all’anno 2000 questa meravigliosa esperienza di gruppo terminò poiché mi accorsi che avevo bisogno di una pausa, di una riflessione artistica ed esistenziale che avrei dedicato allo studio, alla composizione e alla pratica sullo strumento. Sarei tornato di lì a poco ad esibirmi in pubblico con uno spirito rigenerato, nuove competenze e ancora più energia sul palco.

2) – PERCHE’ PRAGA …

Dopo aver partecipato con buoni esiti ad alcune competizioni canore nazionali dedicate alla scoperta di nuovi talenti (Memorial Mia Martini  nel 2001, Festival Di Solarolo  nel 2003,  Una Canzone Nel Mondo nel 2004), ho finalmente iniziato a collaborare, in qualità di autore, con alcuni artisti di fama nazionale e internazionale come il cantante italiano  Drupi  , il cantante e attore polacco  Andrzej Piaseczny  e il tenore ceco Bohuš Matuš. Viaggiando molto per queste collaborazioni artistiche ho avuto modo di vedere quanto fosse apprezzata e rispettata all’estero la cultura italiana in generale e quella musicale in particolare; questo fenomeno era ed é particolarmente evidente nei Paesi dell’Europa dell’Est. A Praga (Repubblica Ceca), per esempio, esistono buone prospettive di lavoro e carriera per un musicista italiano poiché la città vecchia pullula di locali caratteristici sovente dedicati alla musica dal vivo e la stessa comunità italiana é abbastanza vasta e laboriosa. Inoltre gli artisti locali, anche quelli di fama, sono molto disponibili a intraprendere nuove collaborazioni e a fare esperienze artistiche con musicisti italiani poiché nutrono generalmente una profonda ammirazione per la nostra tradizione musicale. A partire dall’anno 2007, incuriosito da questi interessanti presupposti, iniziai a venire a Praga con più frequenza esibendomi anche occasionalmente nei club e nei ristoranti di questa magnifica capitale situata proprio nel cuore dell’ Europa. All’inizio tutto mi sembrava come sospeso tra il gioco e una bella avventura ma presto gli eventi mi travolsero repentini e inarrestabili al punto che, grazie anche a qualche congiuntura favorevole e a un poco di spregiudicatezza, decisi nell’estate del 2008 di trasferirmi definitivamente a Praga, dove attualmente vivo. Dopo aver lavorato per lungo tempo nell’intrattenimento musicale in ristoranti d’ogni sorta e livello (cechi e Italiani chiaramente, ma anche russi, serbi, croati, spagnoli…), sono finalmente iniziati anche i contatti con le agenzie del luogo e quelli con clienti e investitori privati così da rendere, fortunatamente, il mio lavoro sempre vario e stimolante. Cantando e suonando nei teatri, negli hotel ma anche nelle discoteche e nelle piazze di molte città della Repubblica Ceca, capisco sempre di più che ciò che all’inizio mi pareva essere solo un sogno é diventato adesso una bella realtà. Ed anche se mi esibisco sovente anche in altri Paesi lontani da Praga, la sensazione che provo a cantare in questa magica, affascinante e misteriosa città rimane ancora unica e speciale.

3) – CARATTERISTICHE TECNICHE E TIPOLOGIE DI ESIBIZIONE

Il mio registro vocale é baritonale e, per la precisione, sono un baritono/ basso con un timbro sonoro piuttosto energico e presente e un colore di voce pulito, adatto all’interpretazione di brani classici della tradizione italiana ed evergreens internazionali (anni ’50 e ’60). Nonostante questa mia indubbia predisposizione, per ragioni lavorative, una larga parte del mio repertorio di cantante/interprete riguarda i successi pop italiani e internazionali degli anni ’70 e ’80 con un’attenzione particolare per le canzoni italiane conosciute all’estero . Come cantautore, infine, potrei collocare le mie composizioni nel genere pop-rock; qui la mia voce diviene più aspra e roca quasi a volere accentuare il significato dei testi attraverso una forte comunicatività e a scapito, forse, di una canonica finitezza stilistica. Quindi, è come avessi una “doppia personalità artistica”: quella di cantante/interprete e quella di cantautore; devo però dire che esse coesistono pacificamente dentro di me dandomi entrambe sempre piacevoli anche se differenti sensazioni. Suono la chitarra (acustica e classica) ma non posso ritenermi un chitarrista professionista poiché adopero lo strumento solo come un supporto ritmico ad alcune mie esibizioni live, mentre ben più importante ritengo sia il suo impiego in quel magico processo di emozioni che é appunto la composizione di musica e canzoni. Canto prevalentemente in italiano e in inglese ma, sovente, anche in francese e spagnolo data la buona conoscenza che possiedo di queste lingue e della loro corretta pronuncia. Confesso di preferire gli spettacoli da solista, non so se per egocentrismo o per semplici questioni di “feeling” comunicativo, ma sono molto frequenti i miei “live” al fianco di altri cantanti così come i lavori di studio condotti insieme ad altri musicisti. Bene, ho provato a darti in maniera concisa il maggior numero d’informazioni possibile sulla mia attività artistica; ora non ti rimane che dare un’occhiata ai miei video e ascoltare le mie canzoni che in fondo è molto più importante di tutte le parole scritte fino a qui… Buona musica e a presto !!! :)

ItalyEnglish